Blog Categories

Blog Categories

MARIJUANA E RACCOLTA

Posted By: Gianluca Petrucci In: Coltiviamo Naturale On: Comment: 0 Hit: 13

Quando è “pronta” la mia Marijuana? È la classica domanda che ogni coltivatore si pone quando si avvicina il raccolto. Cercheremo in questo poche righe di rispondere a questo arcano.

I segnali della pianta

Innanzitutto, dobbiamo precisare che non esiste un periodo prestabilito per la raccolta, ma dipende principalmente dal tipo di genetica di Marijuana che si decide di coltivare.

Detto questo, la pianta di Cannabis è una pianta “sensibile”: invia segnali per tutti i suoi bisogni. Nel caso specifico della fioritura, la vostra pianta perderà man mano il colore verde intenso nelle foglie. Queste ultime tenderanno a ingiallirsi, quindi niente paura nel vederla mutare nel colore.

 

I pistilli

Un secondo fattore che dovete tenere presente è il cambio di colore anche nei pistilli. Questi ultimi rappresentano l’organo riproduttivo femminile della pianta di Cannabis e consistono, in sostanza, in quei “peletti” che sporgono dai calici.

Nelle piante di Marijuana i pistilli tendono a cambiare colore con la maturazione del fiore: da un bianco latte lentamente diventano di un colore arancione tendente al rosso. Quando circa il 75% dei pistilli avrà compiuto la sua trasformazione, le tue piante possono considerarsi prossime alla raccolta.

Però bisogna sottolineare che il cambio di colore dei pistilli, non sempre è un rilevatore del tutto efficace della maturazione della tua Marijuana. Infatti, alla trasformazione di colore possono contribuire anche altri fattori, come un’esposizione prolungata al vento o a temperature troppo alte. Quindi, qual’ è il metodo più efficace per capire quando raccogliere la Marijuana?

 

I tricomi

Per essere sicuri che la tua Marijuana ha raggiunto il pieno della sua maturazione, devi osservare i tricomi.

E cosa sono? I tricomi, in sostanza, sono dei piccoli cristalli e producono la resina nelle gemme. Piccole fabbriche di cannabinoidi e terpeni, indicano al coltivare il momento ottimale per la raccolta.

Questi infatti, cambiamo di colore in base alla fase di maturazione: da trasparenti i tricomi diventano man mano bianchi per raggiungere il color ambra. Purtroppo sono poco visibili a occhi nudo per cui, procuratevi una lente di ingrandimento o un microscopio e analizzate i vostri bud. Il momento più idoneo, per garantire alla vostra Marijuana un effetto più tonificante, è quando circa il 70% dei tricomi si presentano di color latte. Nel caso in cui, volete donare ai vostri fiori un effetto più rilassante, lasciate ai vostri tricomi il tempo di colorarsi d’ambra.

 

Ricapitolando, per tenere sotto controllo la maturazione della tua pianta di Marijuana, devi solo osservare i suoi cambi di colore. Non spaventarti se la vedi ingiallirsi quando la fioritura è in fase avanzata; controlla il colore dei suoi pistilli; osserva il cambio colorazione dei tricomi presenti sulle gemme. E soprattutto sperimenta.

Per la raccolta delle nostre infiorescenze di Marijuana Light ad esempio, adoperiamo diverse metodologie di raccolta, di essiccazione e di concia per donare ad ogni nostro bud fragranze e sfumature del tutto uniche.

Stay Human. Live Easy Nature.

Comments

Leave your comment